Intervista – Domande “sComode” ad Alessandro Limonta

10 agosto 2017

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Alessandro Limonta, artista, autore, publisher, si forma in AMI (Accademia Musicale Italiana) contemporaneamente agli studi universitari. Da sempre appassionato di cinema intraprende i primi progetti in una casa editrice meneghina, realizzando doppiaggi cantati e alcune sigle per serie tv.

La svolta avviene con “L’incredibile avventura del principe schiaccianoci” distribuito da 20th Fox che gli permette di cimentarsi in un soundtrack di livello, gestendone anche la produzione. Il sodalizio con la casa cinematografica Mediafilm porterà altri grandi successi come “Il topolino Marty e la fabbrica di perle” al Cinema con 20th Fox, realizzato da Filmax, film che io ho visto e ho apprezzato notevolmente.

Nel 2013 è la volta del documentario “ONE DIRECTION: Real World”. Il documentario conterrà il video VELE, brano dello stesso Limonta, girato a MIAMI e promosso dal Magazine “Cioè”. Il singolo Vele esce prima come singolo e successivamente inserito in due EP, Vele (2014) e “Songs of Soundtracks” (2017).In questi anni incrementa il suo lavoro su soundtracks internazionali e affina la sua capacità come autore di format e script in produzioni estere. Nel Natale 2016 collabora alla riedizione del “Principe Schiaccianoci”, distribuito da MONDADORI con Sorrisi e Canzoni TV. Il format è nuovamente un successo di pubblico.Nel 2017, a cavallo del 70esimo festival di Cannes, esce il documentario dedicato a “GEORGE HARRISON; on stage, on record, on film”, del quale cura la colonna sonora.

Il 7 luglio 2017 è uscito il suo singolo d’esordio Ai confini del mondo, versione italiana del brano Follow Throught di Gavin De Graw.
Ho ascoltato il singolo e devo dire che mi è rimasto piacevolmente in testa, ho voluto così sottoporre Alessandro Limonta ad alcune domande “scomode”.

1. Il 7 luglio è uscito il tuo singolo “Ai confini del mondo” quali sono le emozioni che ti scorrono dentro?
Aver riscoperto me stesso quando ho realizzato questo singolo è stata una grande emozione.

2. A quando un tuo album?
Uscirà presto un EP, verso la fine di settembre. Non vedo l’ora.

3. C’è differenza tra il lavoro dietro le sigle e le musiche di un film o il salire su un palco?
Sono due lavori molto diversi, considerando che ora non mi occupo più solo di sigle ma di intere produzioni, il primo lo definirei un lavoro molto pulito e di grande soddisfazione che ti permette di evolvere a 360 gradi; sul secondo è un po’ che non calco il palco ma credo sia come la bicicletta, appena risalirò quest’estate ti saprò dire.

4. Si può dire che nel mondo del cinema hai comunque la tua fama, speri di avere lo stesso successo sui palchi?
Considera che sono “pigrone tecnologico” e solo adesso inizio a capire cosa voglia dire seguire i miei social….la fama non so nemmeno su quale tasto sia….:)

5. Non ti sei sentito in imbarazzo a essere stato inserito in un documentario sugli One Direction?
Al contrario sono io stesso che ho co-prodotto questo progetto sul format, curandone anche l’aspetto video e ti assicuro che è stato un ottimo segnalibro, mi ha insegnato a fare cose che nemmeno sapevo di fare. Sono molto fiero di ogni cosa che faccio: inoltre il brano VELE è stato un brano protagonista in due progetti significativi della mia vita.

Civins

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Tag:, , , , , , ,