Sarà Sanremo: i protagonisti del prossimo Festival della Canzone Italiana

16 dicembre 2017

Sono stati annunciati ufficialmente i nomi dei cantanti della 68sima edizione del Festival della Canzone Italiana. Durante la diretta televisiva del programma Sarà Sanremo di Rai1 sono stati svelati i 20 big selezionati da Claudio Baglioni – presentatore a mio dire molto discutibile – e dalla Commissione musicale del Festival – composta anche da Claudio Fasulo, Massimo Giuliano, Duccio Forzano, Massimo Martelli e Geoff Westley – che calcheranno il palco dell’Ariston dal 6 al 10 febbraio 2018. Grandi ritorni ma anche new entry, gruppi e giovani in arrivo dai talent ma finalmente nessuno degli ultimi vincitori.

Tutti i big
I nomi dei big sono stati snocciolati in diretta durante la sfida canora condotta da Claudia Gerini e Federico Russo con la partecipazione di Rocco Tanica.

Vedremo sul palco dell’Ariston Roby Facchinetti e Riccardo Fogli: seriamente, hanno smesso con i Pooh e sono ritornati, amici?? Cosa fa il potere del denaro.

Nina Zilli: Mia cara, Nina, spero che quest’ edizione ti porti più fortuna delle precedenti tre alle quali hai partecipato.

The Kolors: Più che the Kolors li definirei The Stash! Una band che vive prettamente di luce riflessa del cantante.

Diodato e Roy Paci: Finalmente un reale volto nuovo in questa edizione, accompagnato da uno dei migliori musicisti sulla piazza (anche lui scomparso dalle scene per un pochino).

Mario Biondi: Voce profonda e calda, mi aspetto molto da lui e dal suo modo di fare.

Luca Barbarossa: Ritorna sul palco dopo un periodo d’assenza. In bocca al lupo, Luca!

Lo Stato Sociale: Prima presenza per questa band, spero che riescano a portare l’Indie che li contraddistingue sul palco.

Annalisa: Cantante versatile e intelligente, da tenere d’occhio.

Enzo Avitabile con Peppe Servillo: Pura esperienza, da entrambi mi aspetto una collaborazione strepitosa.

Giovanni Caccamo: Era da un paio d’anni che non lo si vedeva a Sanremo dopo un ottimo terzo posto. Di certo questo ragazzo punta in alto.

Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico: Occhio! Se la Vanoni duetta (in questo caso terzetta) non la ferma nessuno.

Renzo Rubino: Fuori da i grandi palchi dal 2014, un gradito ritorno per questo ragazzo che mi aveva ben impressionato.

Noemi: Potente, precisa, padroneggia il palco in maniera abile.

Ermal Meta e Fabrizio Moro: Duo temibile e dalla grandissima versatilità.

Le Vibrazioni: Dopo 15 anni dal debutto della band ritornano con l’immancabile lead di Francesco Sarcina.

Ron: Immancabile e instancabile, una costante nelle serate sanremesi.

Max Gazzè: Quale favola porterà questa volta sul palco?

Decibel di Enrico Ruggeri: Dopo 40 anni ritornano prepotenti, riporteranno l’ elettro-punk a Sanremo?

Red Canzian: Un altro Pooh, wow! (sarcastico!)

Elio e Le Storie Tese: Avevano annunciato il ritiro a fine anno e ora questo, che vogliano uscire in grande stile?

I Giovani
Quella di Sarà Sanremo è stata anche la serata per selezionare le nuove proposte della categoria Giovani che prenderanno parte al prossimo Festival. Ecco tutti i nomi: Mudimbi, Eva, Mirkoeilcane, Lorenzo Baglioni, Giulia Casieri, Ultimo, ai quali si aggiungono i due giovani in arrivo da Area Sanremo, Leonardo Monteiro e Alice Caioli. Quest’ anno avrò un approccio diverso verso il Festival e lascerò parlare il palco.

Un discreto mix di vecchio e nuovo ci attende, forse l’ edizione più interessante degli ultimi anni.
Unica nota stonata il conduttore.

Civins

Tag:, , , , , ,