#ChiscriveSiracconta – Intervista a Michela Piazza e Pamela Boiocchi

5 Gennaio 2019

Scritto a quattro mani da Michela Piazza e Pamela Boiocchi, di recente pubblicazione mentre ancora si respira l’aria delle feste natalizie, Natale al Castello, e prossimamente, il 7 gennaio, Peccato in Paradiso. Una collaborazione che si replica e consolida e pertanto la redazione di AgorArt ha voluto conoscere meglio le due autrici.

Intanto vi ringrazio per avere accettato l’intervista per il blog AgorArt.
E cominciamo con la prima, banalissima, domanda di routine: quando nasce la vostra collaborazione?

Pamela: Ci siamo conosciute quando entrambe abbiamo iniziato a pubblicare con lo stesso piccolo editore. Le nostre passioni ci hanno unite: i pirati, i gatti… Abbiamo scoperto con il tempo di avere tante cose in comune e la nostra amicizia, nata per caso, ora è più forte che mai. Abbiamo iniziato a scrivere insieme il nostro primo romanzo “Napoli New-York Amore al Peperoncino”, ora edito da Rizzoli, e non ci siamo più fermate.

Come si scrive un romanzo a quattro mani?

Pamela: Noi abbiamo il nostro personale metodo. Probabilmente per ognuno può essere diverso. Ma gli ingredienti indispensabili sono: fiducia, comprensione, umiltà e buonsenso.

Michela: decidiamo insieme la trama e poi ognuna scrive un pezzo, lasciando continuare l’altra. Non seguiamo uno schema preciso: non ci dividiamo i POV dei personaggi, né stendiamo un capitolo a testa. Spesso integriamo o completiamo ciò che ha scritto l’altra, in modo spontaneo.

Cosa vi accomuna nella scrittura? E quale secondo voi è il punto di forza dell’altra? (A voler essere un po’ cattivella, vi chiederei – se vi va di rispondere – quale un difetto di scrittura che andrebbe corretto?)

Pamela: Abbiamo uno stile molto omogeneo, tanto che a detta dei nostri lettori è impossibile distinguere chi ha scritto cosa. Il nostro difetto? I puntini di sospensione! Stiamo lavorando per evitare di abusarne.

Michela: I puntini, nostro tallone d’Achille! In fase di revisione noto anche che inseriamo troppi possessivi. Tolgo un milione di mio, tuo, suo!

È sotto gli occhi di tutti che un vostro comune denominatore è la passione per la Scozia, ma dovendo scegliere un’altra location del pianeta quale vi attrarrebbe di più?

Pamela: Con i nostri romanzi abbiamo viaggiato per il mondo e per i secoli: Italia, America del Nord e del Sud, Bretagna, Croazia, Lanzarote, le Alpi Francesi, Inghilterra, Scozia, Caraibi… Ma abbiamo ancora tanti luoghi da esplorare: credo che presto o tardi vi porteremo con noi in Romania e in Egitto 

Michela: siamo curiose e ci divertiamo ad ambientare i nostri romanzi in location diverse.
Questo ci consente anche di inserire usi e costumi e le ricette locali: siamo appassionate di cucina cruelty free e il tema cibo non manca mai nei libri che scriviamo.

Se doveste sostituire la vostra partner di penna, quale sarebbe un’altra autrice con cui vi intrigherebbe scrivere a quattro mani?

Pamela: Nessuna ;D

Michela: Nessuna. Non è facile trovare una persona che sia in grado di capire al volo le tue idee, che sappia arricchirle e apportare la propria visione personale senza voler prevalere; che sia dotata del necessario umorismo e del giusto spirito di squadra, della capacità di accettare (e fare) critiche costruttive.
Si tratta di un’alchimia, mica si può creare con tutti 
Comunque spesso collaboriamo con altre autrici: ad esempio un personaggio del mio romanzo Mary Read vive anche in un’opera di Stefania Bernardo. E, sempre con Stefania, Pamela e io condividiamo Cat, la protagonista di “Natale al Castello”, che è un personaggio chiave anche della sua serie “L’ultima fata”.

Il romanzo che avete letto ma che avreste voluto scrivere voi?

Michela: Il conte di Montecristo. Contiene tutte le sfaccettature dell’animo umano.

I vostri prossimi progetti (comuni e individuali)?

Michela: Il 7 gennaio esce il nuovo historical romance, “Peccato in Paradiso”. Si tratta di un’avventura ricca di inganni e passione, ambientata nelle Antille francesi del Settecento.
In primavera torneremo al contemporaneo con una nuova commedia romantica ambientata in Scozia.

Grazie ancora per la vostra disponibilità

Pamela & Michela: Grazie a te, Sara!

(Intervista a cura di Sara Foti Sciavaliere)

Leggi anche…
S. Foti Sciavaliere, Natale al Castello di Pamela Boiocchi e Michela Piazza – Recensione, in AgorArt, 17 dicembre 2018.

Tag:, , , , , , , , ,