È solo lu jentu di Elena Taroni Dardi – Recensione

29 Settembre 2019

Per la redazione di AgorArt e l’Associazione Morfè organizzatori del Premio Salento in Love 2013 è stato un piacere ritrovare online il romance storico di Elena Taroni Dardi, È solo lu jentu, che si era classificato sul podio del concorso letterario, accedendo all’Antologia del Premio, dopo avere incontrato l’approvazione di tutta la giuria del Salento in Love. Rileggerlo per me è stato un piacere ritrovato e non potevamo non segnarlo ancora e recensirlo sulle pagine del nostro blog.

La trama
Salento, anno 1115.
Maria Luce vorrebbe dedicarsi all’arte della ceramica e abbandonarsi all’amore per Damiano, il ragazzo straniero che è giunto un giorno, come portato dal vento, ma Damiano non ha nulla e vuole disperatamente meritarsi l’amore di Luce e un posto in quella terra che sa di dolci frutti e sale marino.

L’autrice – Elena Taroni Dardi
Ha più di quarant’anni (quanti in più non è significativo), è sposata con un maschio Alpha autentico, ha due gemelli e possiede oltre mille libri, anche se non li ha mai veramente contati. Inventa storie da sempre, ma solo da poco si è convinta a scrivere per pubblicare. Nella vita si occupa di contabilità e organizzazione, ama la storia, segue l’attualità e aspetta con ansia le vacanze per… viaggiare!

Recensione
Sono trascorsi sei anni da quando ho letto È solo lu jentu di Elena Taroni Dardi per la selezione del Premio Salento in Love e a distanza di tempo in realtà è stato come rileggerlo per la prima volta. Succede che a rileggere un libro, una storia (soprattutto se passa del tempo), l’impatto possa essere diverso (nel bene o nel male), per quanto riguardo È solo lu jentu ho ritrovato lo stesso piacere nella lettura, l’emozione di una storia ben scritta e concentrata in un numero di pagine piuttosto breve ma senza lasciare nulla in sospeso.

Affascina in particolar modo la capacità evocativa di un tempo che è stato e che è testimone della storia di una terra, quell’angolo di Salento che Elena (pur non conoscendo in prima persona) ha cercato di riportare nelle pagine del suo romance. Il racconto di una storia che parla non di nobili, cavalieri e dame, ma di vita vera, di gente umile, ma dalle forti passioni come quel vento che spazza vigoroso le terre del Salento.

Sara Foti Sciavaliere

Puoi leggere anche…

Tag:, , , , , , ,