Intervista – Domande “sComode” a Boreale

12 Febbraio 2020

Dicembre scorso è uscito il suo quarto singolo Kilometri, che anticipa l’album d’esordio (ormai prossimo) di Boreale, cantautore romano ed ex membro dei Mary in June. Noi di AgorART abbiamo scambiato quattro chiacchiere con lui in questa intervista.

  • Ciao Alessandro [n.d.r. Alessandro Morini as Boreale], come nasce il tuo progetto solista?
    Nasce dall’esigenza di raccontare delle storie molto più personali rispetto al passato.
    Quando facevo parte dei Mary in June tendevo a scrivere dei testi che riguardassero chiaramente la mia vita e il mondo circostante ma pensavo anche per agli altri membri della band, quindi non riuscivo mai ad affrontare tematiche che mi riguardassero in maniera più profonda.Per di più mi ricordo che avevo iniziato a scrivere molte canzoni con un approccio diverso, quello che usciva fuori era qualcosa di nuovo e percepivo un cambiamento, a malincuore ho dovuto dire addio al mio passato e iniziare una nuova esperienza.
  • Com’è stato percorrere tutti quei “Kilometri”?
    Beh è stato faticoso ma bello, soprattutto quando decidi di percorrerli da solo.
  • Quali sono i tuoi prossimi progetti?
    Al momento mi concentro su Boreale e soprattutto sull’uscita del disco, che man mano sta prendendo forma, grazie anche a Marta Venturini che si sta occupando della produzione artistica, Andrea Zarrilli che mi segue dai tempi dei Mary, Adriano Grossi per le chitarre, Luca D’Aversa per i bassi e Davide Sollazzi per le batterie.
  • A chi si ispira principalmente la tua musica?
    Ci sono vari artisti che hanno caratterizzato il mio modo di scrivere o che comunque mi hanno sempre affascinato, uno su tutti è Lucio Dalla che ascolto da quando ero bambino, ma anche molti altri cantautori italiani che ascolto tuttora da De Andrè, a Rino Gaetano, a Venditti, a Gaber, poi c’è tutto quel mondo un po’ più elettronico che riguarda band come i Tame Impala, Alt-J, James Blake, Bon Iver, Coldplay, LcdSoundsystem, Apparat, Drake e tanti altri.
  • A quando l’album?
    Credo per marzo 2020 uscirà il disco.

E mentre si aspetta questa nuova uscita, auguriamo a Boreale di percorre molti “kilometri”!

Civins

Tag:, , , , ,