La musica internazionale in lutto per la scomparsa improvvisa del Dj Avicii

21 aprile 2018

Il DJ svedese Avicii (all’anagrafe Tim Bergling) è morto all’età di 28 anni ieri 20 aprile. Ne dà l’annuncio la sua agente Diana Baron che ha rilasciato una telegrafica dichiarazione: «È con profonda sofferenza che annunciamo la perdita di Tim Bergling, anche conosciuto come Avicii».

«È stato trovato morto a Muscat (Oman) questo venerdì pomeriggio. La famiglia è devastata. Chiediamo a tutti la cortesia di rispettare il loro bisogno di privacy in questo momento di difficoltà. Nessun’altra comunicazione verrà fornita».

Berling ha iniziato a produrre musica al Laidback Luke Forum alla fine degli anni Duemila. Nel 2011 ha raggiunto il successo internazionale con la canzone progressive houseLevels che è arrivata alla #1 nella sua nativa Svezia e anche nella classifica Dance Club Songs di Billboard, vincendo anche un Grammy. Nel 2012 la sua collaborazione con David Guetta con Sunshine l’ha portato a una nuova nomination ai Grammy.

Lo stesso anno Avicii è diventato il primo artista di musica elettronica come headliner del Radio City Music Hall di New York.Nel 2013 ha prodotto il suo album di debutto, True, che contiene la hit Wake Me Up con Aloe Blacc. Unendo EDM, folk e musica country, la canzone è arrivata alla #1 in molti continenti e ha raggiunto la #4 nella Hot 100 di Billboard. Il suo secondo album, Stories, è uscito nel 2015 e contiene le collaborazioni vocali con Chris Martin, Wyclef Jean, Robbie Williams, Matisyahu, Brandon Flowers, Gavin DeGraw e molti altri. L’EP Avici (01) è uscito nell’agosto del 2017 e contiene la sua collaborazione con Rita Ora in LonelyTogether.

I problemi di salute di Avicii erano conosciuti al pubblico già da anni. Soffriva di un’acutissima pancreatite in parte dovuta all’eccessivo consumo di alcool. Nel 2014 ha cancellato numerosi show in modo tale da riprendersi dall’esportazione di cistifellea e appendice. Da quel momento ha deciso di ritirarsi dall’attività live.

«Per me era qualcosa che avrei dovuto fare per la mia salute» aveva detto Avicii all’Hollywood Reporter nel 2016. «La scena non era per me. Non erano i concerti o la musica: è sempre stato il resto che mi circondava e che non sarebbe mai diventato spontaneo per me. Tutte le altre parti di essere un artista. Io sono una persona introversa, è sempre stato difficile per me. Mi ha dato troppa energia negativa, penso».

Civins

Tag:, , ,