Moglie e Marito: una commedia italiana sullo scambio di corpi tra coniugi

2 aprile 2017

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Il 13 aprile 2017, Pierfrancesco Favino e Kasia Smutniak arrivano al cinema con Moglie e Marito, una divertente commedia in cui sono una coppia in crisi costretta a un drastico cambiamento che promette molte risate.

La trama
Sofia e Andrea, sposati da dieci anni, dono una coppia ormai in piena crisi e pensano al divorzio. Ma in seguito a un esperimento scientifico di Andrea si ritrovano improvvisamente uno dentro il corpo dell’altra. Letteralmente. Andrea è Sofia e Sofia è Andrea. Senza alcuna scelta se non quella di vivere ognuno l’esistenza e la quotidianità dell’altro. Lei nei panni di lui, geniale neurochirurgo che porta avanti una sperimentazione sul cervello umano, lui nei panni di lei, ambiziosa conduttrice televisiva in ascesa.
Un’esperienza che farà ritrovare loro l’empatia reciproca, la “connessione” necessaria a far funzionare una coppia che si ama.

Il tema dello “scambio di corpi” di Marito e Moglie non è una novità sul grande schermo: l’abbiamo già visto in pellicole come Quel pazzo venerdì, Tale padre tale figlio, Boygirl – Questioni di… sesso, e lo vedremo prossimamente in Moglie e Marito, opera prima di Simone Godano.

Accanto ai protagonisti sono Kasia Smutniak e Pierfrancesco Favino, nel cast anche Valerio Aprea, Paola Calliari, Sebastian Dimulescu.

Una storia che permette al pubblico maschile e a quello femminile di specchiarsi nei panni “dell’altro”.
La cosa più difficile nei panni di una donna? Riuscire a fare una cosa alla volta”, commenta Pierfrancesco Favino; mentre per Kasia Smutniak: “La cosa più complicata è stata cercare di non restituire un’immagine stereotipata dell’uomo, ma riprodurre quella sensibilità e dolcezza che possiede il personaggio di Favino. La cosa particolare è proprio che più mi avvicinavo a questo nucleo e più mi allontanavo proprio dallo stereotipo scontato del maschio”.

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Tag:, , , , ,