NEL BUIO: percorso espositivo sensoriale all’ex Conservatorio Sant’Anna di Lecce

10 Dicembre 2019

La mostra NEL BUIO, a cura di Gina Affinito e in collaborazione con Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti e con il Patrocinio del Comune di Lecce, si compone di una sequenza di opere materiche che formeranno un percorso espositivo nella totale oscurità per i visitatori: un’esperienza sensoriale che coinvolgerà tutti i sensi, tranne la vista. Un percorso sensoriale in cui ci si trova alle prese con una condizione mai sperimentata.

In gruppi di massimo 4-6 persone, i visitatori saranno accompagnati da una guida dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Lecce per esplorare gli ambienti espositivi; dovranno affidarsi esclusivamente ai sensi del tatto, dell’udito, dell’olfatto, fino a giungere all’ultima sala, dove si potranno togliere la maschera e visionare il percorso effettuato o commentare l’esperienza vissuta e le emozioni provate. Saranno raccolti gli audio di ogni restituzione finale, fino a formare un video conclusivo della rassegna che comprenderà tutte le voci e le suggestioni percepite.

Il progetto NEL BUIO, che avrà luogo dal 13 al 20 dicembre 2019, vuole essere l’occasione per scoprire, da parte del pubblico ‘vedente’, nuove dimensioni: non solo quindi la riscoperta di sensi, ma anche la sensibilizzazione, attraverso una simulazione di cecità, e l’invito a sperimentare come la percezione della realtà, delle opere d’arte e la comunicazione possano essere molto più profonde e intense in assenza della luce.

Saranno in esposizione opere materiche, bidimensionali e tridimensionali, opere sonore, opere con apporto olfattivo, selezionate dal curatore scelte nella sezione pittura, scultura ed installazione. Gli artisti in mostra: Cassanelli Lorenzo, Cuozzo Filomena, D’Autilia Daniela, De Cesare Rosalba, Florio Lalage, Fumagalli Barbara, Rosina Francesco, Saba Nilo, Santagostino Paola, Selletri Mariella.

Un’esperienza per scoprire che la vita, anche per chi non vede, non è affatto vuota, né triste. È, per alcuni aspetti, semplicemente diversa.

Nell’ambito del progetto, il giorno 13 dicembre alle ore 19.30 è prevista la performance UNA ROMANTICA BESTIALITA’ a cura di Massimiliano Manieri, in collaborazione con Maria Gabriella Marra e Raffaele Vacca. La performance omaggia e si ispira alle sculture monumentali di Robert Morris, maestro del minimalismo americano.

La tematica e la drammaturgia che essa riunisce, raccoglie una intenzione, resa ancor più cruda dal segno calligrafico, posto sul corpo a ricordare una recrudescenza sociale, che va ben oltre i fatti in sé per sé. Perché la violenza, in qualunque forma essa scorra, che sia di genere oppure assoluta, macchierà quelle vite in modo indelebile. E dimenticare è il peccato ultimo.

In esposizione le sculture di Raffaele Vacca, segni ed insieme simulacri figurativi pietrificati della nostra stoltezza, dell’esatto limite della nostra impassibilità nei riguardi della violenza. (Massimiliano Manieri)

NB: Per la delicatezza dell’argomento, e l’impatto della scena, si sconsiglia la visione ai minori di 12 anni.

Dettagli
Il percorso espositivo sarà fruibile gratuitamente
Tutti i giorni dalle ore 16.30 alle ore 20.00, previa prenotazione alla mail gina.affinito@gmail.com
I visitatori, muniti di benda, saranno accompagnati dai volontari UIC
L’esposizione è fruibile per la sola visita alle opere tutti giorni ore 10.30 /13.00

Lecce | Ex Conservatorio Sant’Anna
Via Santa Maria del Paradiso, 8
dal 13 al 20 dicembre 2019,
Inaugurazione venerdì 13 dicembre 2019 ore 18.00

Tag:, , , , , , , , , , , , ,