Tutta colpa dei soci@l di Cinzia La Commare – Recensione

19 giugno 2018

Uscito giusto un anno fa, ma ancora attualissimo per l’aderenza al mondo del web, il self-publishing Tutta la colpa dei soci@l di Cinzia La Commare è una simpaticissima commedia romantica con uno sferzante tiraemolla tra i protagonisti senza esclusione di colpi.

La trama
I social network sono ingannevoli, Ellie Parker non ha mai avuto dubbi in proposito, mai fidarsi dei profili che li popolano. Per questo non accetta nessuna delle richieste d’amicizia maschili che arrivavano a centinaia ogni settimana. Eppure lei sui social aveva basato il suo lavoro, dando vita al Pink Line: uno dei siti internet più seguiti di New York. Lavoro che, tra passerelle, concerti, articoli da redigere e una redazione da coordinare, la assorbe completamente. Non ha tempo per l’amore, e al contrario della sua schiera d’amiche non è mai stata un’inguaribile romantica. Per questo, due anni prima aveva lasciato Daniel, ma aveva commesso l’errore di farlo tramite Facebook e da quel momento, a detta sua, i social le si erano rivoltati contro causandole un’infinità di improbabili problemi. Uno di questi era Dave Mitchell, musicista dal profilo social di dubbia veridicità e assolutamente intestardito a voler chattare con lei a tutti i costi. Un irriducibile capace di tenerle testa in un modo che la indispone, ma che, al tempo stesso, non le permette di trattenersi dal ribattere volta dopo volta.

Dave, dal suo canto, ostinato lo era da sempre: la perseveranza con cui inseguiva la musica ne era un chiaro esempio. Era finito con un account Facebook quasi per caso, e nello stesso modo era incappato nel profilo di Ellie, così come era successo con tutte le altre donne prima di lei. Solo che Ellie era diversa dalle altre, oppure fingeva di esserlo. Convinto di questo, Dave aveva fatto una scommessa con se stesso e intendeva vincerla, mostrando che le donne erano tutte uguali, amavano mostrarsi in quel mondo virtuale per ricevere le attenzioni degli uomini, sono che lei apparteneva (secondo lui) a quella categoria che preferiva fare la preziosa.

Nessuno dei due vuole cedere, entrambi vogliono spuntarla sull’altro. Non hanno preso in considerazione che il destino potrebbe rivelarsi un più abile giocatore!

L’autrice – Cinzia La Commare
Nata e cresciuta in Sicilia, dopo un’avventura da commerciante, ha deciso di dedicarsi alla passione per la cucina dalla quale è nata la prima raccolta di cento ricette “In Cucina Con Cinzia” pubblicata in self- publishing. A questa è seguita la raccolta natalizia “Natale in cucina con Cinzia.” Ama leggere libri di genere romance, anche se legge un po’ di tutto e si dedica anche alla scrittura, una passione che l’ha portato alla pubblicazione della trilogia “Ad un bivio tra me e te” che prende il nome dal primo volume, pubblicato nel 2015. Seguiranno nel 2016 il secondo volume “Te prima di me” e il terzo “Fermo a te… e me”. È inoltre a capo della redazione del sito “Tratto Rosa”, del quale è fondatrice, un sito che, tra gli altri argomenti, parla di letteratura e cucina.

Recensione
Stuzzicata dal titolo e dalla trama, Tutta colpa dei soci@l si è dimostrata una lettura davvero spassosa. Unico neo: qualche refuso, ma nonostante questo è scritto bene, con ritmo incalzante. Di solito trovo noiose le divagazioni, eppure qui sono state presentate in un modo così divertente che non disturbano la fluidità della lettura, anzi aiutano a tratteggiare meglio la storia dei personaggi e a farli conoscere con maggiore dettaglio.

I due protagonisti Ellie e Dave, che sono le voci narranti che si alternano, si conoscono sulla chat di Facebook, anzi si scontrano in una serie di scambi di battute al vetriolo, che finiranno per avvicinarli sempre più: Dave è un musicista che sui social ci è capitato quasi per caso e vi ha trovato una fucina di facili incontri occasionali, quindi Ellie che lo snobba con risposte acide e taglienti diventa la sua sfida; dal suo canto, la blogger Ellie crede che il karma le stia facendo pagare il fatto di aver mollato il suo ex con un messaggio su Fb e adesso il social la stia punendo “molestandola” con continue richieste di amicizia maschili che costantemente ignora, malgrado i tentativi di abbordaggio sulla chat, e quel Dave così perseverante e invadente non doveva essere da meno, però continua a rispondere alle sue provocazioni e rimanda sempre il momento in cui potrà avvalersi dell’opzione di bloccarlo.

Presto lo scambio di messaggi al vetriolo, diventano una serie di incontri-scontri più o meno casuali, e i due si ritrovano, malgrado tutti a cercarsi e respingersi, mentre accanto all’attrazione fisica – innescata anche dalle reciproche provocazioni – si rafforzano sentimenti che non avevano preso certo in considerazione. L’autrice è riuscita a rendere un giusto mix tra dialoghi (reali o virtuali) divertenti, irriverenti, schietti che danno la componente frizzante del romanzo, e un buon climax del pathos, si avverte come i due scivolino verso l’altro coinvolgendo il lettore e senza cadere nella “retorica del miele” (troppo spesso chi scrive non riesce a esprimere il romanticismo o i sentimenti in generale senza essere necessariamente stucchevoli… ma non è questo il caso).
Non avevo ancora letto nulla di Cinza La Commare ma se questi sono i suoi standard, è una buona “penna” e sarei curiosa di leggere altro scritto da lei.

Sara Foti Sciavaliere

 

Tag:, , , , ,