Intervista – Domande “sComode” a I Sensi Vietati

“Cocktail” è il nuovo brano di Federica Rasicci, in arte I SENSI VIETATI, disponibile in digitale e in radio dallo scorso febbraio. Qui, sulle pagine virtuali di AgorART, l’intervista rilasciata dall’artista per parlarci del suo progetto cantautorale.

-Come nasce il tuo nuovo brano “Cocktail”?

“Cockatil” nasce come ogni altro brano e si può dire che il concepimento é standard, lo è un po’ meno il periodo poiché eravamo appena entrati in lockdown e scrivere questo pezzo non è stato per nulla  facile.

-Quale potrebbe essere un cocktail che ti rappresenta?

Nel testo del brano lo descrivo come un Cockatil scuro” e “ amaro” ma in realtà mi sento più un gin tonic, trasparente.

-Ci sarà un disco?

Esattamente, sto lavorando al mio primo album ma ci vorrà un po’ di tempo sia per il fattore pandemia, sia perché è un lavoro molto delicato. Però ci saranno altri singoli che anticiperanno il lavoro che sto facendo!

-Come nasce il progetto I Sensi Vietati?

I Sensi Vietati, nome d’arte di Federica Rasicci, è un progetto cantautorale nato nel gennaio del 2018. Nel febbraio 2019 esordisce con l’EP Carbone prodotto da I&I studio e seguito dai singoli Spigoli (2019) e Sottosopra (2020).

Raccontaci un po’ di te e della tua passione per la musica.

La mia passione per la musica é nata da subito grazie ai dischi dei miei genitori, li ascoltavo con curiosità  e sognavo di suonare. Poi intorno agli otto anni ho iniziato a suonare la chitarra, nel 2018 ho iniziato a scrivere ed eccoci qua (ahah ).

-Quali sono i tuoi artisti di riferimento?

Suppongo di essere stata influenzata dalla musica italiana in passato, per poi avvicinarmi in un futuro prossimo alla musica indipendente.

Civins